Oggi la carta da parati è tornata a essere un elemento di tendenza dell’interior design. Nuovi materiali, grafiche multicolor che spaziano dalle fantasie optical tipicamente Sessanta e Settanta alle geometrie stilizzate, fino a includere motivi floreali e rappresentazioni naturali. Con la carta da parati oggi è possibile ridefinire gli spazi e valorizzare gli ambienti in maniera semplice e allo stesso tempo ricercata. Le soluzioni disponibili attualmente rappresentano quasi degli oggetti d’arte: una forma di espressione che non si limita a rivestire le pareti, ma che viene utilizzata in maniera versatile per mettere in risalto un elemento di arredo, con risultati sempre nuovi e mai ripetitivi.
Quella di abbellire le pareti è un’usanza che ha attraversato secoli di storia e che ha visto la sua maggiore diffusione a partire dagli anni Venti del Novecento, con una produzione altissima di carta da parati soprattutto negli anni Settanta. Oggi i più importanti designer di interni la ripropongono in mille varianti, con fantasie sempre nuove e stampe moderne e di tendenza.
I vantaggi della carta da parati sono tanti: dall’estrema facilità di applicazione, all’alta resistenza alla luce. La carta da parati, inoltre, è lavabile e impermeabile e rappresenta la soluzione decorativa ideale per qualsiasi ambiente della casa, dalla cucina alla zona bagno. È possibile scegliere nuance pastello o motivi geometrici per ambienti in stile moderno, carte geografiche o stampe per ambienti classici e industrial, oppure effetto maiolica per spazi in stile contemporaneo o shabby.
Se in passato la carta da parati veniva applicata in maniera uniforme, oggi la tendenza è quella di collocarla soltanto in punti strategici della casa, esaltandone la capacità di donare carattere agli spazi e stile all’intero arredamento. La carta da parati, ad esempio, è ideale per rivestire la parete dietro alla testata del letto o per regalare una maggiore profondità allo spazio.
Sono infinite le possibilità per dare un look tutto nuovo agli spazi domestici, anche grazie ai materiali di realizzazione che oggi includono vinile, PVC, nylon, accanto a stoffa, carta e cellulosa naturale, liscia, lucida o satinata. La carta da parati in vinile è molto richiesta oltre che particolarmente indicata per ambienti quali la cucina e il bagno. Tra le altre tipologie di carta disponibili in commercio, la carta in TNT – Tessuto Non Tessuto – risulta molto interessante poiché facile da applicare e da rimuovere, oltre che estremamente pratica e resistente. Anche se la carta da parati è meno economica dell’utilizzo della pittura, la sua applicazione consente di risparmiare nel lungo periodo proprio grazie alle sue doti di resistenza e durevolezza.